Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Sabato, 23 Gennaio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Donato Pica e lo sviluppo agricolo: “Abbiamo tantissime eccellenze, molti prodotti agricoli di alta qualità che possono diventare un volano di sviluppo territoriale”


11-03-2010

 

D: Dal suo primo mese di attività, è stata avviata una campagna di informazione e sostegno dei prodotti tipici locali e dell’agroalimentare di qualità. Che cosa si intende oggi per sviluppo agricolo in Regione Campania?
R: Noi abbiamo delle eccellenze, molti prodotti agricoli di alta qualità che possono diventare un volano di sviluppo accompagnando e favorendo, tutte le attività legate alla valorizzazione di questi prodotti. In tutto ciò ci sta una componente forte del turismo. E noi dobbiamo puntare proprio su queste eccellenze, su questa qualità: abbiamo moltissimi agriturismo e peraltro vi è una nuova normativa di riferimento con connesso regolamento, altre opportunità di finanziamento per l’ammodernamento di altre strutture esistenti per nuove iniziative. Il nostro territorio deve valutare con la massima attenzione questa opportunità che deriva dall’occasione che ci danno proprio queste tipicità locali, senza alcun dubbio legate alla nostra storia e ai nostri usi e costumi dei nostri Padri. E poi c’è anche un altro elemento di carattere sociale, perché se noi promuoviamo i prodotti genuini raggiungiamo il nostro obiettivo, cioè quello di migliorare le condizioni generali di salute. Sappiamo infatti che purtroppo molte patologie, anche gravi, vengono determinate proprio da una cattiva alimentazione. Noi dobbiamo fare promozione e informazione anche in questo senso, anche per quel che riguarda le mense scolastiche e se vogliamo lo stesso comparto della grande distribuzione. E infine vogliamo incentivare e favorire i momenti e le occasioni di confronto con altre realtà italiane ma anche straniere perché all’estero viene molto apprezzata la cucina italiana. Allora cerchiamo di creare una rete, di fare sistema e di valorizzare al massimo queste nostre  eccellenze.
D: Attraverso la valorizzazione delle eccellenze, come può trovare spazio in Campania la valorizzazione di prodotti tipici del Vallo di Diano e del Cilento?
R: Intanto, utilizzando tutti gli strumenti di intervento che ci vengono messi a disposizione dalla Regione Campania, come incentivazioni finanziarie a vario titolo per migliorare il sistema nel suo complesso. E poi, dobbiamo cercare con la regia e il coordinamento delle istituzioni pubbliche di determinare una progettualità di area vasta e non di breve ma di medio e lungo periodo legando, come si diceva, alle nostre risorse naturali e ambientali ma anche in buona parte a tutto ciò che afferisce il patrimonio storico artistico culturale e architettonico, legando un’offerta turistica che non sia limitata a uno/due mesi all’anno ma si possa poi sviluppare proficuamente e positivamente per l’intera durata dell’anno in corso. Tutto, in modo tale che crescano anche le occasioni e le possibilità di lavoro. Occorre, come dicevo prima, fare rete e creare un sistema e questo può rappresentare di sicuro un futuro importante per il nostro territorio.
D: Quali sono gli operatori con i quali bisogna collaborare in totale sinergia?
R: Gli operatori sono tutti. A tal proposito, vorrei spendere una parola in più per le piccole aziende, quelle imprese che si definiscono di carattere familiare che, meritano sostegno e incoraggiamento. Poi occorre insistere e molto anche per quel che concerne un cambiamento vero e non fittizio di tutto ciò che afferisce allo snellimento delle procedure perché i segnali di incoraggiamento agli operatori e ai privati vengono anche in questo modo. Occorre rendere le cose molto più semplici e molto più accessibili. Per non parlare poi della pressione fiscale che da un lato va alleggerita e dall’altro va collegata a meccanismi che anche in questo caso siano molto più semplici, che abbiano una rapidità di attuazione. Se mettiamo insieme tutti questi elementi, probabilmente alla fine riusciremo ad innovare, a cambiare e a creare un vero e proprio circuito di promozione turistica che crei reddito, occupazione movimenti nel contesto sociale e dia anche una prospettiva ai nostri giovani.
 
Antonella Citro  
 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro