Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 21 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Regionali: De Luca a congresso IDV ottiene via libera dal partito di Di Pietro


08-02-2010

 E’ Vincenzo De Luca la sorpresa del primo congresso nazionale dell’Idv. Il candidato del Pd alle regionali in Campania, invitato in mattinata con una telefonata da Antonio Di Pietro, arriva nel primo pomeriggio a Roma, sale sul palco dove si impegna a “sottoscrivere un codice etico” e riceve una ’standing ovation’ dai delegati che gli danno così la loro investitura per la candidatura.
La platea risponde così alla richiesta di Di Pietro di “una assunzione di responsabilità collettiva” sulla scelta del candidato per la Campania, ma non ascolta l’appello di Luigi De Magistris che su De Luca invece “non cambia idea”.
Soddisfatto, invece, il Pd. Pier Luigi Bersani fa visita al congresso poche ore prima che arrivi De Luca, quando è però già chiaro che si sta andando verso una intesa sul nome del sindaco di Salerno. “Da oggi esce confermato un punto e cioé che bisogna a poco a poco costruire l’alternativa – afferma il segretario democratico.
Bisogna che ognuno se ne carichi la responsabilità e su questo Di Pietro oggi ha detto parole molto chiare” L’accoglienza dell’assemblea a De Luca non è all’inizio particolarmente calorosa, ma il candidato del Pd si rivolge direttamente alla platea: “Son qui per un atto di amicizia e rispetto nei vostri confronti perché quando le scelte sono decisive è importante guardarsi negli occhi e in Campania siamo a un bivio”, esordisce.
Dopo aver ‘descritto’ le indagini che lo riguardano, De Luca affronta ‘i paletti’ che Di Pietro gli ha posto: “Sono pronto a sottoscrivere un codice etico, anzi dico,e mi rivolgo anche ad altri, che ci si deve impegnare a rispettarlo, aggiunge ricevendo l’applauso dei delegati.
Io sono un altro Sud, quello che combatte e non ha paura della legalità. La mia accusa per truffa e concussione è dovuta al fatto che ho chiesto la cassa integrazione per 200 operai licenziati, ma sono orgoglioso. C’é chi tra le frequentazioni ha gli operai; altri invece che le hanno con i casalesi, i camorristi e gli estorsori”.
“Sono pronto – spiega – a sottoscrivere un codice etico basato su tre punti: il rispetto dell’autonomia della magistratura; che ognuno accetti di sottoporsi ai processi e non fugga; in ultimo, che chi viene condannato firmi immediatamente le dimissioni e vada a casa”. Condizioni che Antonio Di Pietro aveva posto con fermezza per sostenere De Luca ma che a De Magistris non bastano. “De Luca? Non l’ho sentito”: L’ex pm campano ’snobba’ l’intervento del sindaco di Salerno e se la prende con “questi processi in platea che ricordano ‘Porta a Porta’ “.
“La candidatura di De Luca e l’appoggio dell’Idv sono una scelta che non condivido – spiega – Eppoi i processi si fanno nella aule dei tribunali mica ai congressi. Ma che cos’é? Il processo breve? E cosa avrei dovuto fare? Alzarmi in piedi e dire che non è vero!?”. “Un altro Sud? Non è De Luca. Un nuovo Sud può partire da Vendola, da me e da chi è nell’Idv non dalle favolette” che il sindaco di Salerno “ha raccontato al congresso”.
Parole che determinano la reazione di Francesco Barbato: “De Magistris – afferma – non può consegnare la Campania a Cosentino e Landolfi del Pdl, al duo Paolo Russo e Sommese dell’Udc e agli altri amici degli amici, insomma all’Unione Dei Casalesi”.
“Oggi – prosegue – abbiamo sottoposto De Luca ad un ‘esame politico’ che ha democraticamente accettato. Questa è la competenza della politica, e un congresso è la sua sede naturale. Forse De Magistris non ha ancora realizzato che non è più un magistrato”.

tratto da: www.salernonotizie.net




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro