Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 20 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Domenico Mastrogiacomo Capitano CC Compagnia di Sala Consilina sugli incidenti nel Vallo di Diano: “Più prudenza e attenzione sulle strade. Evitate comportamenti scorretti”.


03-02-2010

 

D: Secondo gli ultimi dati ACI raccolti dal 2000 al 2008, anche il Vallo di Diano è inserito tra le zone ad alto rischio incidenti stradali. Capitano, di cosa parliamo nello specifico?
R: Gli incidenti stradali non riguardano la sola provincia di Salerno ma comprendono tutto il territorio nazionale, per constatare la gravità del problema basta dare un’occhiata ai dati ISTAT relativi all’anno 2008. Ogni giorno in Italia si verificano in media circa 598 incidenti stradali che provocano la morte di tredici persone e il ferimento di altre 898. Basti pensare che, nel 2008 sono stati rilevati ben 218.963 incidenti stradali che hanno causato il decesso di 4.731 persone e il ferimento di 310.739. Per quanto riguarda Salerno parliamo della Provincia, il numero degli incidenti in totale nel 2008 è stato di circa 2.900 che hanno provocato la morte di 86 persone e il ferimento di 4.371, questi dati ci possono far pensare alla gravità del problema. Per quanto riguarda il Vallo di Diano, non è immune da incidenti stradali, non ne abbiamo registrato moltissimi ma quei pochi che abbiamo sono molto pericolosi. Ciò è dovuto sia alle conformazioni delle strade che le condizioni atmosferiche che incidono sul nostro territorio, in particolare nei periodi invernali.
D: Quando gli incidenti si possono definire pericolosi e quando pericolosissimi e, quali gli orari a più rischio incidenti?
R: Per quanto riguarda la pericolosità, va detto innanzitutto che abbiamo degli orari durante il giorno in cui gli incidenti sono più gravi e dei giorni della settimana. Facciamo degli esempi per essere più chiari: durante le ore notturne si verificano sicuramente meno incidenti però hanno un indice di mortalità maggiore, questo è dovuto al fatto che durante la notte, il conducente tiene una velocità più elevata perché trova le strade libere dal traffico e di contro ha poi scarsa visibilità dovuta al buio, nebbia e altri fattori atmosferici. Gli incidenti poi si verificano in particolari momenti della giornata: intorno le 8:00 del mattino che coincide con l’orario in cui le persone si recano a lavoro o i ragazzi vanno a scuola, alle ore 13:00 che è l’orario di rientro e quando i ragazzi escono da scuola. Un altro orario particolarmente pericoloso è intorno le ore 18:00.     
D: Quali sono gli altri fattori di pericolosità?
R: Altro fattore di pericolosità è lo stato psicofisico del conducente, anche se il numero degli incidenti non è elevato, parliamo di soggetti che guidano sotto l’effetto di sostanze alcoliche o di sostanze stupefacenti anche se il numero degli incidenti non è elevato, anche qua, riscontriamo però un indice di mortalità abbastanza elevato.
D: Quanto è importante viaggiare a bordo di un veicolo sicuro che non abbia alcuna disfunzione meccanica? 
R: Dobbiamo innanzitutto dire che tra i dati che abbiamo, i conducenti morti a seguito di incidenti stradali, i più colpiti sono proprio i giovani. La fascia d’età che presenta il valore massimo è quella compresa tra i 25 e i 29 anni, mentre tra i conducenti feriti l’incidenza più elevata si colloca in una fascia di età tra i 30 e i 34 anni. Leggendo questo dato, è facile intuire che il giovane tra 25 e 29 anni, è il giovane da poco patentato che magari si è reso da poco autonomo dalla famiglia ed acquista un mezzo con le proprie forze.
D: Perché i giovani sono particolarmente soggetti agli incidenti stradali?
R: I giovani sono particolarmente soggetti a questi incidenti stradali perché mantengono comportamenti scorretti, come l’uso del cellulare alla guida del mezzo, mancanza di cinture di sicurezza etc. Poi rispetto alle persone anziane, i giovani tendono ad aumentare la velocità di marcia e purtroppo dobbiamo anche dire che molti giovani, quando accorriamo sul luogo degli incidenti, guidano proprio sotto l’effetto di alcol o sotto uso di sostanza stupefacente.
D: Qual è il messaggio che vuole inviare ai giovani e meno giovani che si mettono alla guida?
R: Il messaggio è soprattutto di guidare correttamente, intendo fare attenzione alla velocità e alla manutenzione del mezzo di trasporto usato, rispetto del codice della strada, rispetto della vita altrui, perché l’incidente non provoca solo danni a chi conduce il mezzo ma in molti casi arreca danni a terze persone, ignare che viaggiano per conto loro sulla strada. E soprattutto nel Vallo di Diano fare attenzione alle strade legate alla particolare geografia del territorio e alle condizioni atmosferiche spesso avverse.
 
Antonella Citro  
   
 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro