Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Venerdì, 22 Gennaio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Digitale Terrestre, ecco gli aiuti disponibili


09-09-2009

Dal sostegno del ministero per l'acquisto dei decoder al bando regionale per le tv
Da Governo e Regione nuovi incentivi per preparare la rivoluzione del digitale terrestre in Campania. Dopo i 10 milioni stanziati da Palazzo Santa Lucia per l'innovazione delle tecnologie e la formazione, con un bando rivolto alle emittenti regionali, il ministero per lo Sviluppo interviene con un sostegno di 50 euro per l'acquisto dei decoder da parte delle famiglie a reddito basso. I commercianti dovranno rivolgersi al numero verde del Ministero, o al sito internet, per poter accedere alla lista on line degli aventi diritto. Ai cittadini con meno di 10 mila euro di reddito e più di 65 anni basterà esibire codice fiscale, documento d'identità e numero di canone Rai. Aperta anche la trattativa con gli antennisti con i quali è in corso un confronto per uniformare i prezzi degli interventi sulle antenne.
Eleonora Tedesco

Una massiccia campagna pubblicitaria, incentivi e bonus per i redditi bassi. Così il Governo e la Regione si preparano al passaggio al digitale. Opportunità si profilano per le emittenti, che, grazie al nuovo sistema potranno ampliare la fascia di programmazione e i contenuti grazie al fatto che a ciascuna frequenza corrispondono cinque canali. Se ne è discusso ieri al Pico (Palazzo dell'Innovazione e della Conoscenza) di Napoli, dove dirigenti e funzionari del Dipartimento Comunicazioni del ministero dello Sviluppo Economico, della Regione Campania e del consorzio Dgtv hanno incontrato associazioni dei consumatori, operatori televisivi e rappresentanti di categoria per illustare le modalità di passaggio alla tv digitale sul territorio regionale.
Per prima la Regione Campaniaha stanziato 10 milioni euro di fondi per supportare le tv che trasmettono sul territorio regionale, sia per sostenere l'innovazione delle tecnologie, che per attivare processi di formazione di operatori e giornalisti. Il bando è stato pubblicato il 31 luglio e scadrà alla fine di settembre. Vi possono accedere gli operatori televisivi presenti sul territorio campano, i cui impianti sono in regola e certificati dal Ministero delle Comunicazioni. E'centrale che nel progetto sia dimostrata la volontà o la capacità di saper aumentare la percentuale dei contenuti auto prodotti. "In questo modo cerchiamo d'investire, oltre che sulle apparecchiature tecnologiche, anche sul personale -chiarisce il numero uno del settore comunicazione della Regione Campania Stefano Porro -. Più si produce informazione sul territorio, più cresce la necessità di personale tecnico, e aumenta così l'occupazione".
Dal fronte del Governo, per i redditi bassi, è pronto un sostegno di 50 euro per l'acquisto del decoder interattivo. Il ministero per lo sviluppo ha già pronta una banca dati con l'elenco degli aventi diritto. I commercianti potranno chiamare il numero 840 011 000 o collegarsi al sito internet www. decoder.comunicazione.it, dove troveranno un format di contratto e potranno ottenere la password per accedere alla banca dati. I cittadini, invece potranno chiamare, per maggiori chiarimenti sulla situazione del proprio comune e sui rivenditori abilitati, il numero 800 022 000. Lo sconto è immediato, e il contributo statale vale anche per quei comuni, 252 in Campania (vedere tabella in basso), che potranno attendere dicembre per il passaggio definitivo (switch off). Ci si mobilita anche dal versante della pubblicità. A partire dal 15 settembre, fino al 14 ottobre e per tutto il mese di dicembre, tutte le emittenti locali, la stampa e internet saranno invase da spot che chiariranno tutti i passaggi e le informazioni utili.


Gli interventi in Campania
1) Innovazione tecnologica: nei prossimi giorni, partirà un bando pubblico a cui potranno partecipare le emittenti televisive locali che intendono passare al digitale terrestre . La Regione potrà finanziare, fino ad un tetto massimo di 200mila euro, la metà dell'investimento necessario per sostituire le apparecchiature analogiche con quelle digitali e rinnovare dunque il proprio processo produttivo. L'investimento complessivo è pari a 10 mln di euro di fondi strutturali per investimenti in conto capitale.
2) Formazione: con il digitale terrestre si amplierà fortemente l'offerta di canali e contenuti e sarà possibile, per esempio, sviluppare canali monotematici o fornire servizi interattivi. E' dunque necessario aggiornare o formare nuove professionalità che sappiano lavorare su questo settore innovativo. Su questo fronte, la Regione stanzia 600mila euro, che permetteranno alle tv locali di formare direttamente il proprio personale tecnico, artistico e giornalistico alle nuove esigenze produttive.
3) Comunicazione istituzionale: a partire dal prossimo 15 settembre e fino a metà dicembre, partirà una campagna di comunicazione istituzionale concertata tra Regione e ministero per informare i cittadini sulle scadenza dello switch over e dello switch off. La campagna riguarderà tv e radio locali, carta stampata locale, cartellonistica, mezzi di trasporto pubblico. Sarà, inoltre, realizzato un apposito sito web (www.digitale .campania.it) con tutte le informazioni necessarie per i cittadini e gli operatori. La giunta regionale ha disposto lo stanziamento di 800mila euro, che vanno sommati agli ulteriori 800mila euro messi a disposizione del ministero.


Switch over per 252 comuni

Provincia di Napoli
Raidue e Retequattro: Afragola; Anacapri; Arzano; Bacoli; Barano d''Ischia; Boscoreale; Boscotrecase; Brusciano (*); Caivano; Calvizzano; Camposano; Capri; Cardito; Casalnuovo di Napoli; Casamarciano; Casamicciola Terme; Casandrino; Casavatore; Casola di Napoli; Casoria; Castellammare di Stabia; Cicciano; Cimitile; Comiziano; Crispano; Ercolano; Frattamaggiore; Frattaminore; Giugliano in Campania; Gragnano; Grumo Nevano; Ischia; Lettere; Liveri; Marano di Napoli; Mariglianella; Marigliano; Massa di Somma (*); Massa Lubrense; Melito di Napoli; Meta; Monte di Procida; Mugnano di Napoli; Napoli; Nola; Ottaviano; Palma Campania; Piano di Sorrento; Pimonte; Poggiomarino; Pompei; Portici; Pozzuoli; Procida; Qualiano; Roccarainola; San Gennaro Vesuviano; San Giorgio a Cremano; San Giuseppe Vesuviano; San Paolo Bel Sito; San Sebastiano al Vesuvio; San Vitaliano; Santa Maria la Carità; Sant''Agnello; Sant''Antimo; Sant''Antonio Abate; Saviano; Scisciano; Serrara Fontana; Somma Vesuviana (*); Sorrento; Striano; Terzigno; Torre Annunziata; Torre del Greco; Trecase; Tufino; Vico Equense; Villaricca; Visciano; Volla;
Solo Retequattro: Acerra; Castello Di Cisterna; Cercola; Forio; Lacco Ameno; Pollena Trocchia ; Pomigliano D'arco; Sant'Anastasia
Solo Raidue: Quarto

Provincia di Avellino
Raidue e Retequattro: Marzano di Nola
Solo Retequattro: Avella; Baiano; Domicella; Mugnano Del Cardinale; Pago Del Vallo Di Lauro; Quadrelle; Sirignano; Solofra; Sperone; Taurano
Solo Raidue: Ariano Irpino; Montecalvo Irpino; Savignano Irpino
Provincia di Benevento
Raidue e Retequattro: Pietraroja; Santa Croce del Sannio
Solo Raidue: Cusano Mutri; Pietraroja

Provincia di Caserta
Raidue e Retequattro: Aversa; Bellona; Caianello; Calvi Risorta; Cancello ed Arnone; Capodrise; Capua; Carinaro; Carinola; Casagiove; Casal di Principe; Casaluce; Casapesenna; Casapulla; Caserta; Castel Volturno; Castello del Matese; Cervino; Cesa; Curti; Falciano del Massico; Francolise; Frignano; Giano Vetusto; Grazzanise; Gricignano di Aversa; Lusciano; Macerata Campania; Maddaloni; Marcianise; Marzano Appio; Mondragone ; Orta di Atella; Parete; Piedimonte Matese; Pignataro Maggiore; Portico di Caserta; Presenzano; Roccamonfina; Recale; San Cipriano d''Aversa; San Gregorio Matese; San Marcellino; San Nicola La Strada; San Potito Sannitico; San Prisco; San Tammaro; Santa Maria Capua Vetere; Santa Maria la Fossa; Sant''Arpino; Sessa Aurunca (**); Sparanise; 53.Succivo; Teano; Teverola; Trentola-Ducenta; Villa di Briano; Villa Literno; Vitulazio
Solo Retequattro: Camigliano; Pietramelara; Pietravairano; Raviscanina; Riardo; Roccaromana; Rocchetta E Croce; San Marco Evangelista; Santa Maria A Vico; Sant'angelo D'Alife; Vairano Patenora
Solo Raidue: Alife; Caiazzo; Castel di Sasso; Castel Morrone; Conca della Campania; Formicola; Gioia Sannitica; Liberi; Pastorano; Pratella; San Felice a Cancello (*); Tora e Piccilli


Provincia di Salerno
Raidue e Retequattro: Salerno; Angri; San Marzano sul Sarno; San Valentino Torio; Sant''Egidio del Monte Albino; Sarno; Scafati
Solo Retequattro: Baronissi; Bracigliano; Pagani
Solo Raidue: Acerno; Agropoli; Albanella; Altavilla Silentina; Aquara; Ascea (*); Auletta; Battipaglia; Bellizzi; Bellosguardo; Caggiano (*); Capaccio; Casal Velino (*); Castel San Lorenzo; Castelcivita; Castellabate; Castelnuovo Cilento; Castiglione del Genovesi; Ceraso; Controne; Corleto Monforte; Eboli (*); Gioi; Laureana Cilento; Moio della Civitella; Montecorice (*); Montecorvino Pugliano; Monteforte Cilento; Novi Velia; Ogliastro Cilento; Olevano sul Tusciano; Orria; Pellezzano; Perdifumo; Perito; Pontecagnano Faiano; Postiglione; Prignano Cilento; Roccadaspide; Roscigno; Rutino; Sacco; Salento; Salvitelle; San Mango Piemonte; San Mauro Cilento; Sicignano degli Alburni; Stio; Torchiara; Trentinara; Vallo della Lucania; Vietri sul Mare

Il prossimo 14 ottobre prenderà il via lo switch over in 252 comuni campani con lo spegnimento di Rai Due e Rete Quattro che saranno visibili, da quel momento, solo sul digitale. Lo switch over è la prima fase a cui seguirà, dal 1° al 16 dicembre prossimi, lo switch off, il passaggio, cioè di tutti i canali al digitale.

tratto da: www.denaro.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro