Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 25 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Alcune testimonianze dei sequestrati dalla neve in A3


29-01-2005

Otto ricoverati per assideramento: tra loro una bambina di dieci anni di Catania, che ha subito un trapianto di rene, soccorsa nell'ospedale di Lagonegro (Potenza) per un principio di assideramento. Alla morsa del ghiaccio riesce invece a sfuggire dopo trentadue ore un novantenne diretto a Citt di Castello per un intervento. Mentre una pattuglia viaggia contromano per portare un neonato all'ospedale...

Operato solo due giorni fa e bloccato in auto con la madre sull'autostrada A3...

MATTEO 13 MESI
Questa l'odissea - emblematica tra le storie dei centinaia di automobilisti sequestrati dalla neve nell'inferno della A3 - di un bimbo di 13 mesi.
Nell'auto sotto la neve, intrappolati lui e la madre in una coda interminabile sull'autostrada, un muro di Tir che impediva da una parte e dall'altra l'uscita. Trenta e pi ore d'inferno.
Per fortuna, qesta volta, la tragedia solo stata sfiorata: il piccolo infatti riuscito a raggiunge l'ospedale. Ma solo grazie all'intervento di una pattuglia della Polizia che ha percorso diversi chilometri contromano, tra le neve che continuava a cadere e le auto bloccate da ore, per raggiungerlo.
Matteo stato operato a Roma, la madre lo riaccompagnava a casa, quando l'auto rimasta intrappolata nella coda allo svincolo di Bonconvento. Allarme alla centrale di Sala Consilina. Due agenti, Rosaria Conte e Francesco Muraca, risalgono in senso contrario la colonna di mezzi fermi.
"Quando arrivata la segnalazione alla centrale di Sala Consilina - racconta la poliziotta - abbiamo avvertito le pattuglie che erano in zona, affinch raggiungessero lo svincolo di Bonconvento dove il piccolo era bloccato con la madre. Ma non ce l'hanno fatta".
A quel punto da Lagonegro hanno deciso di provare loro: l'agente Conte e l'assistente Francesco Muraca sono saliti su un mezzo a quattro ruote motrici e hanno imboccato per alcuni km l'autostrada contromano.
Tra entrate e uscite dall'A3, le auto bloccate e la neve alla fine sono riusciti a raggiungere la famiglia. Matteo salvo.
Viene accompagnato anche lui all'ospedale di Lagonegro.

AGATA POLITRAPIANTATA
La rabbia, invece, tutta dipinta sul viso del padre della bambina di dieci anni di Catania, politrapiantata, ricoverata nell' ospedale di Lagonegro per un principio di assideramento.
Quella di Giuseppe Speranza, 39 anni, ausiliario al traffico di Catania, la cronaca di una notte e un giorno da incubo, da prigioniero sull'A3 mentre, con la moglie Clara, accompagna a Roma la figlia Agata Carmela, non ancora dieci anni, che due anni fa ha subto un trapianto e ha bisogno di un controllo. "Non ci ha aiutato nessuno. Abbiamo fatto tante telefonate, ma non ci ha aiutato nessuno. Poi passato un vigile del fuoco su un furgone che ci ha aiutato ed arrivata l' ambulanza".
"La bambina aveva bisogno ieri sera di dormire in un letto - ha detto il pap - ma non siamo riusciti a trovarlo e in un albergo non ci hanno fatto nemmeno entrare perch ci hanno detto che era tutto pieno. L'ho rimessa in macchina e ho riaccesso il motore per creare un po' di tepore. Ma tutto quello che evvenuto vergognoso"

"GRAZIE AI VIGILI DEL FUOCO"
Lieto fine anche per Angela Laface che, insieme al fratello partita ieri da Siderno (Reggio Calabria) diretta a Citt di Castello per accompagnare il padre novantenne che avrebbe dovuto sottoporsi ad intervento chirurgico.
"Siamo rimasti bloccati dopo lo svincolo di Lagonegro - racconta la donna - . Una notte al freddo, con tutto ci che il freddo comporta per la salute di mio padre. Digiuni, impauriti. E abbandonati.
La comitiva riuscita ad uscire dal blocco delle auto prigioniere della neve sull'autostrada: "Ce l'abbiamo fatta - dice finalmente Pino, il fratello - siamo riusciti ad uscire dal blocco. Voglio ringraziare per questo i vigili del fuoco, sono stati eccezionali.
Quattro di loro, insieme ad un carabiniere, hanno lavorato per ore, sotto la neve, per tentare a rimuovere tre camion che si erano messi di traverso sulla carreggiata, riuscendovi. Hanno avuto tantissima pazienza e devo dire che sono stati bravissimi".
Secondo la testimonianza dell' uomo, comunque, la situazione resta difficile allo svincolo di Polla (Salerno).
"L ancora bloccato - spiega - forse per problemi alla viabilit ordinaria.
Sul posto, comunque, ho visto quello che ho ritenuto essere un dirigente della Protezione civile e gli ho spiegato il problema di mio padre.
stato molto comprensivo ed riuscito a farci superare lo svincolo, facendoci procedere sull'autostrada. Adesso sto proseguendo verso nord.
Spero di Raggiungere Battipaglia e trovare un albergo... Dopo quello che abbiamo patito da ieri abbiamo proprio bisogno di riposarci un po'".

Tratto da Panorama




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro