Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 28 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



"La legislazione ambientale italiana "di Pietro Cusati


28-02-2009

 IL PERIODICO INFORMATIVO DEL VALLO DI DIANO 

-         AD- ‘’ ALTRO DIANO ’’,

-         DIRETTO DA GIUSEPPE MORRONE ,NEL NUMERO 2 ,FEBBRAIO 2009,

-         A PAGINA 15 PUBBLICA L’ARTICOLO SULLA LEGISLAZIONE AMBIENTALE ITALIANA

-         NELLA RUBRICA  CURATA dal

-          Dott. Pietro Cusati,

-         Giudice Tributario presso la Commissione Tributaria Provinciale di Salerno.

-           La legislazione ambientale italiana  nel rispetto del principio ‘’  CHI INQUINA PAGA ‘’.

‘’Per fortuna,in Italia abbiamo una costituzione:teniamocela stretta ’’,lo ha ricordato recentemente il presidente della Repubblica di tutti gli Italiani, Giorgio Napolitano, ad un gruppo di studenti,per lanciare l’ennesimo appello in difesa della nostra Carta fondamentale.

Dovunque è morto un Italiano per riscattare la libertà e la dignità,per dirla con le parole del famoso giurista Piero Calamandrei ,andate lì ,o giovani,col pensiero,perché li è nata la nostra costituzione.

Una costituzione tra le più moderne,scritta da costituenti lungimiranti.

‘’L’assemblea costituente ha pensato e redatto la Costituzione come un patto di amicizia e fraternità  di tutto il popolo italiano,cui essa la affida perché se ne faccia custode severo e disciplinato realizzatore .’’ (Umberto Terraccini, Presidente dell’Assemblea Costituente).

La Costituzione Italiana contiene disposizioni di estrema importanza per quanto concerne la tematica della tutela ambientale,più precisamente,l’articolo 9 ,prevede che ‘’la Repubblica tutela  il paesaggio ‘’ e l’articolo 32 ,stabilisce che ‘’la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività ’’.

La visione della Costituzione,in relazione alla tutela dell’ambiente, non è statica ma dinamica,non meramente estetica ma di protezione integrata e complessiva di valori naturali unitamente al bene-salute. In sostanza la nostra Costituzione tutela non solo la salute e il patrimonio naturale,ma riconosce e garantisce l’ambiente come diritto fondamentale della persona umana.

Nel nostro ordinamento giuridico la protezione dell’ambiente assurge a valore  primario ed assoluto. Il diritto di accesso all’informazione ambientale deve essere garantito. Non può essere condizionato in base all’attuale normativa,all’esistenza di uno specifico interesse del soggetto richiedente. La Pubblica Amministrazione è obbligata ad esibire i dati e le informazioni in suo possesso.

‘’Lineamenti di legislazione Ambientale ’’,con appendice giurisprudenziale,è il titolo dell’interessante volume scritto dal magistrato Angelo Frattini  che  da molti anni fa parte della sezione ambiente presso  la  Procura della Repubblica di Salerno e  si occupa,in particolare,di reati in materia di edilizia,tutela del paesaggio,rifiuti e inquinamento.

Il libro tratta con rigore scientifico importanti istituti giuridici ,argomenti di scottante attualità e  di utilità pratica  per gli addetti ai lavori e soprattutto per i giovani studiosi.

La disciplina sui rifiuti,la tutela delle acque,l’inquinamento atmosferico,l’inquinamento elettromagnetico ,l’inquinamento acustico, il testo unico dell’edilizia,la tutela del paesaggio.  Ogni capitolo è corredato dal quadro sanzionatorio e in appendice sono riportante le massime delle più importanti sentenze della Suprema Corte di Cassazione, sezione penale.

La gestione dei rifiuti,scrive l’autore,costituisce attività di pubblico interesse che è disciplinata al fine di assicurare una elevata protezione dell’ambiente,e controlli efficaci. I rifiuti,invero,devono essere recuperati o smaltiti senza pericolo per la salute dell’uomo e senza procedimenti e metodi pregiudizievoli per l’ambiente e,soprattutto,rischiosi per l’acqua,l’aria,il suolo,la fauna e la flora. La gestione dei rifiuti è effettuata in conformità ai principi di precauzione,di prevenzione,di proporzionalità,di responsabilizzazione e di cooperazione di tutti i soggetti coinvolti nella produzione,nella distribuzione,nell’utilizzo e nel consumo di beni da cui originano i rifiuti,nel rispetto dei principi dell’ordinamento nazionale e comunitario,con particolare riferimento al principio comunitario ‘’CHI INQUINA PAGA ’’.

L’inquinamento acustico costituisce un problema che negli ultimi anni ha assunto una progressiva maggiore importanza atteso che è oramai pacifico che esso sia idoneo a comportare danni fisiologici e,quindi, a compromettere la salute delle persone.

Infine il fenomeno dell’inquinamento da campi magnetici,noto anche come ‘’ elettrosmog ’’,genera profondi timori per la salute pubblica,soprattutto in considerazione della notevole proliferazione,riscontrata negli ultimi anni,di impianti

Ad alta e bassa frequenza.

PIETRO CUSATI

pietrocusati@tiscali.it

 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro