Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 07 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



UN ACCORATO APPELLO ALL’UNITA’ OPERATIVA DI RIABILITAZIONE DELL’ASL SA/3


02-09-2008

CODACONS CAMPANIA ONLUS

SALA CONSILINA

Si è verificato un fatto che richiede la massima attenzione da parte dell’ASL SA/3, perché interessa la fetta più bisognosa di solidarietà da parte della società tutta. Alcuni genitori di bambini che usufruiscono dei servizi di riabilitazione offerti dalla nostra ASL hanno contattato la nostra associazione per far presente che, da qualche tempo, secondo quanto da loro riportato presso la nostra sede, c’è una certa tendenza a ridurre, in fase di prescrizione delle terapie di riabilitazione, le prestazioni dell’azienda sanitaria nei confronti dei bambini portatori di handicap. Infatti, alcuni genitori lamentano una contrazione delle ore di terapia che, mentre in passato erano maggiori, adesso si sono ridotte di un terzo, in alcuni casi. I genitori lamentano anche un atteggiamento non proprio amichevole da parte del personale medico, proprio perché, al tentativo dei genitori stessi di ottenere, per i loro figlioli, prestazioni quantomeno equivalenti a quelle del passato, i sanitari preposti al servizio sembrano rispondere in modo poco gentile.
 
Su questi aspetti dobbiamo fare alcune riflessioni. Innanzitutto, non vorremmo che tali riduzioni di prestazioni fossero dovute ad una necessità di cassa. Se questa fosse la motivazione, il tutto sarebbe molto grave e inaccettabile. Speriamo allora che ci siano motivazioni mediche che possano confortare i genitori, ovvero che tali decisioni di riduzione delle ore di terapia corrispondano ad un evidente e progressivo miglioramento delle condizioni dei bambini che hanno usufruito, nel passato, delle prestazioni delle strutture sanitarie locali. Ci teniamo a precisare, tuttavia, che le visite periodiche di rinnovo delle diverse prestazioni debbono svolgersi in un clima di collaborazione e di estrema serenità, atteso che la maggior parte dei pazienti ha un’età inferiore ai diciotto anni. Nel recente passato, infatti, il personale medico dell’unità operativa di riabilitazione, per quanto ci viene riportato, sembra abbia tenuto atteggiamenti non proprio consoni all’attività medica. 
 
Pertanto, per il buon andamento delle nostre strutture sanitarie, auspichiamo un ristabilimento di un clima di serenità e di collaborazione per il bene dei giovanissimi pazienti e dei loro genitori, che affrontano, quotidianamente, compiti più gravosi del normale. E perciò, proprio per non tradire lo spirito di solidarietà per il quale i nostri servizi di sanità pubblica sono attivi, chiediamo che presto venga dato un segnale alla nostra associazione e ai genitori dei giovani pazienti in merito a queste vicende. Già è stata inoltrata richiesta di chiarimento al direttore generale dell’ASL SA/3, il quale ha coinvolto, con sollecitudine, il direttore sanitario del distretto Sala Consilina/Polla. Da quest’ultimo riceviamo una missiva, datata 28 agosto 2008, nella quale si chiede a noi di specificare quanto sta accadendo. Lo facciamo allora con questo comunicato stampa, anche se una struttura sanitaria dovrebbe conoscere quello che accade al suo interno. Abbiamo iniziato a interessarci alla questione dall’inizio di luglio. A due mesi di distanza, in seguito ad una nostra richiesta di chiarimenti, abbiamo ottenuto solo una missiva nella quale si chiede (a noi!?!) di specificare meglio le cose. Ecco fatto!
 
Il Responsabile della Sede di Sala Consilina
Dott. Roberto De Luca



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro