Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 20 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Incendi - Cennamo: Trasferire dalle Regioni alle Province la delega piena in materia di protezione civile. A noi la gestione diretta dei mezzi aerei


29-08-2007

Incendi, l’assessore Carmine Cennamo al Governo: “Trasferire dalle Regioni alle Province la delega piena in materia di protezione civile. A noi la gestione diretta dei mezzi aerei”

Aumentare le pene ai danni degli incendiari, inasprire le leggi vincolanti per i territori colpiti da roghi, redigere subito il catasto provinciale delle aree bruciate: queste alcune proposte avanzate a Governo nazionale e regionale dall’assessore provinciale alla Protezione Civile ed Attività Faunistico venatorie Carmine Cennamo: “Chiederò subito una riunione tra Province, Regione e Prefetture – dice rappresentando le esigenze anche degli altri quattro colleghi assessori provinciali campani – per stilare un calendario di interventi preventivi in previsione del rischio frane, elevatissimo all’indomani dei numerosi e consistenti incendi che hanno devastato il territorio collinare e montano campano, salernitano in particolare”. Sulla polemica sviluppatasi dopo la verifica dell’assenza, in gran parte dei Comuni, del catasto degli incendi boschivi, mappa necessaria ad evitare speculazioni edilizie sulle aree bruciate, Cennamo dice: “La legge 353 del 21 novembre 2000 obbliga i primi cittadini a stilare il catasto degli incendi divampati nei propri Comuni censendo i suoli percorsi dal fuoco ed aggiornando ogni anno le perimetrazioni. La legge stabilisce che le zone boschive ed i pascoli incendiati così individuati non potranno ottenere una destinazione diversa da quella preesistente all’incendio per almeno 15 anni; che su di essi sarà vietato per 10 anni la realizzazione di edifici ed infrastrutture per insediamenti civili ed attività produttive; che saranno vietate per cinque anni le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse finanziarie pubbliche. Nonostante la norma, però, gli incendi continuano divampare perché in Campania manca una puntuale mappa su scala provinciale delle aree bruciate. Di conseguenza viene meno l’applicazione delle successive misure restrittive e vincolanti per le aree colpite da incendi. Unitamente all’inasprimento complessivo delle misure restrittive spingerò perché la Provincia di Salerno si sostituisca ai Comuni in difficoltà nella realizzazione del catasto per mancanza di risorse umane e materiali mettendo a loro disposizione il necessario supporto tecnico per la redazione dei piani”.

Prevenzione ed attività antincendio: Cennamo chiede a palazzo Santa Lucia uno sforzo radicale: “E’ necessario che la Regione sostenga le Province nell’acquisto dei mezzi aerei per le attività di perlustrazione e spegnimento degli incendi. Mezzi che le Province destineranno agli assessorati alla Protezione civile per una immediata gestione in caso di urgenza”. Svolta che implica “l’attribuzione da parte della Regione di una piena delega alla Provincia in materia di protezione civile”. 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro