Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 25 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Ancora roghi nel Cilento e nel Vallo di Diano, a Montecorice popolazione rientra nelle case


24-08-2007

Brucia ancora la Campania e la zona più colpita resta quella del salernitano. Una decina di squadre dei Vigili del Fuoco sono al lavoro tra il Cilento ed il Vallo di Diano. Ancora una volta sembra fondato il sospetto che ci sia la mano dei piromani dietro i roghi che stanno devastando migliaia di ettari di macchia mediterranea nella nostra provincia.

Un vasto fronte di fiamme si è sviluppato a Sala Consilina ed è stato richiesto l'intervento di un Canadair anche per la impossibilità di intervenire con mezzi di terra. Le fiamme non sono state ancora circoscritte e potrebbero lambire alcune abitazioni. Anche nel comune di Teggiano, il fuoco non dà tregua: l'incendio che da ieri divampa nella zona ha ripreso vigore, sono sette i fronti attualmente attivi.

Intanto nel comune di Montecorice, dove si sta ultimando l'attività di spegnimento, le famiglie evacuate a causa del vasto fronte di fiamme che si è sviluppato ieri, sono rientrate nelle loro abitazioni. Ancora non è ripresa, però, l’erogazione idrica in zona. La statale 267 è ancora chiusa al traffico.

La protezione civile della Regione Campania per la notte ha allestito delle tende e il sindaco della cittadina ha aperto le scuole, per garantire ai residenti rimasti fuori dalle loro case un riparo per la notte, ma la maggior parte delle famiglie coinvolte nelle operazioni di evacuazione hanno preferito attendere il via libera dei soccorritori per rientrare nelle proprie abitazioni.

Altri incendi in atto si registrano ancora a Corleto Monforte e Acciaroli. E' stato invece circoscritto l'incendio che per tre giorni ha interessato l'area montana del comune di Padula. Le squadre antincendio impegnate nello spegnimento hanno operato fino alla mezzanotte di ieri per domare le fiamme, divampate in località Pantagnoni ed estesesi lungo le zone sottostanti di Costa Sant'Andrea e Costa San Sepolcro, a ridosso dell'area cimiteriale.

Nelle ultime ore, sempre a Padula, erano divampati altri quattro incendi: tre lungo le rive del fiume Calore e uno in località Camarelle. Le fiamme sono state subito spente. Oltre alle polemiche per l’organizzazione dei soccorsi, si registra anche il grido d’allarme lanciato dai 6 Vigili del Fuoco del distaccamento di Vallo della Lucania, che segnalano la carenza di personale e richiedono aiuti per fronteggiare le emergenze.

tratto da; www.salernonotizie.it



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro