Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Sabato, 06 Giugno
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Muore in autoambulanza. Inchiesta: bordo non c'era il medico


13-10-2004

Muore in ambulanza, è inchiesta
La famiglia Melillo denuncia «A bordo non c'era il medico»

Salvatore Medici


Sala Consilina. E' morta dopo essere stata soccorsa per un malore e caricata su un ambulanza del 118 diretta all'ospedale di Polla. Ma sul mezzo di soccorso non c'era il medico di bordo e i familiari denunciano l'episodio alla Procura, avanzando il sospetto che, con l'assistenza di un medico, la loro congiunta si sarebbe potuta salvare. Sulla base di questa denuncia, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sala Consilina ha aperto un'inchiesta e per la giornata di oggi è stata fissata l'autopsia. Rosa Melillo, 80 anni di Sala Consilina, si era sentita male due notti fa. Un malore, una forte fitta al petto, forse un infarto, che l'aveva spinta a richiedere soccorso. Il rimo ad arrivare nell'abitazione della donna, in località Ferraria, è stato il medico di turno alla guardia medica di Sala Consilina. Sarebbe stato lui, dopo una prima visita alla paziente, a telefonare alla centrale operativa del del 118 chiedendo l'invio di un'ambulanza che trasportasse l'anziana all'ospedale di Polla. Dalla centrale hanno allertato gli uomini della Croce rossa di Sala Consilina. Giunti sul posto, i sanitari hanno condotto Rosa Melillo sull'ambulanza e sono partiti a sirene spiegate. Sembra che la guardia medica non sia salita sul mezzo di soccorso, nel quale, a detta dei familiari della donna, non c'era nessun altro medico. Durante il tragitto da Sala Consilina a Polla le condizioni di Rosa Melillo sono peggiorate e pare che l'ottantenne sia morta in ambulanza, prima ancora di giungere in ospedale. A polla i medici del Pronto soccorso non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell'anziana. Da qui la denuncia dei familiari che lamentano l'assenza di un medico a bordo dell'ambulanza e sospettano che con un'assistenza migliore la donna si sarebbe potuta salvare. Quesiti che hanno sottoposto al vaglio della magistratura, con una denuncia dettagliata e la richiesta di verificare eventuali responsabilità. Saranno le indagini a stabilire se le condizioni della paziente erano tale da imporre la presenza di un medico durante il tragitto verso l'ospedale. La Procura di Sala Consilina ha aperto l'inchiesta, come è prassi quando si è in presenza di una denuncia. Le indagini sono state affidate ai carabinieri di Polla e oggi ci sarà l'autopsia. L'esame dovrà chiarire se Rosa Melillo poteva salvarsi e se un eventuale ritardo o un'inadeguatezza dei soccorsi ha concorso a cagionarne la morte. Il servizio del 118 si basa sulle segnalazioni del medico soccorittore o di chi fa la prima telefonata. In base agli elementi forniti da chi allerta il 118, viene individuato il grado di emergenza e quindi il codice di soccorso. Nel caso di Rosa Melillo l'emergenza potrebbe non esser stato considerata tale da richiedere un medico in ambulanza.


Fonte: La Citta di Salerno



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro