Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 03 Luglio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Caggiano - Percorso Culinario - prorogato


Caggiano
Dal 08 al 11 Agosto 13

ATTENZIONE - A causa del temporale abbattutosi ieri sera anche a Caggiano, la Pro Loco ha deciso di prorogare il "Percorso Culinario" che chiuderà, quindi, i battenti, domani sera, 11 Agosto.

“Cucina”, oltre che sinonimo di alimentazione, è essenzialmente un fatto culturale nel senso più ampio del termine; infatti, sin dai tempi più remoti abbiamo testimonianza di un "culto della tavola", presso le nostre popolazioni, da sempre povere economicamente, ma da sempre ricche di tradizioni tipiche della civiltà contadina.

Si tratta di tradizioni nel senso più vero del termine: "tradere" cioè tramandare qualcosa che "esiste già", come il rito della tavola che è qualcosa che non si dà per scontato, perché è in gioco la sopravvivenza della persona, ma è legato alla formazione della persona in quanto elemento essenziale di ogni forma sociale come la famiglia, il villaggio, il borgo, ecc.
Se noi prendiamo in esame, infatti, i piatti tipici del nostro paese, Caggiano, ci rendiamo conto del fatto che essi esprimono la cultura atavica dei nostri contadini, che nella loro cucina povera hanno trasferito l'umiltà e la bontà di una semplicità originale che ha contribuito ad evidenziare, oltre al valore nutritivo, l'arte di curare il benessere della persona.
Nascite, battesimi, comunioni, vendemmie, mietiture ecc., sono e furono occasioni di incontro e di ritrovo comunitario, espresso con banchetti, tavolate o semplici convivi all'aria aperta, al fine non solo di fornire l'occasione di partecipare "alla mensa" ma anche per dare a tutti la possibilità di prendere parte alle gioie intime della famiglia. Ne è testimonianza il fatto che si è sempre valorizzata la coltivazione di particolari prodotti simboli dell'ospitalità, da tutti ritenuta un'arte sacra, come l'olio, il vino, il grano, a cui si aggiunge la cura meticolosa riservata ai salumi e insaccati, nonché ai formaggi.
Partecipare ad un banchetto di nozze significava e significa offrire il "meglio" di ogni cosa, a partire dalla genuinità dei prodotti, come la carne di vitello e di agnello, allevati e poi sacrificati per l'occasione, pollame, i formaggi tipici, pecorino, ricotta fresca, caciocavallo, toma, sopressata, prosciutto e capicollo. I legumi e gli ortaggi usati nella composizione dei piatti che costituiscono il menu di nozze e naturalmente i vini tipici locali; tenuto conto anche dell'influsso che il clima piuttosto freddo esercita sul gusto e sul piacere della tavola.
Proprio per valorizzare la cultura della tavola e l'arte dell'ospitalità, e per esaltare gusti e sapori di un tempo, dal 1990 si propone un Percorso Gastronomico nel Centro Storico, cornice ideale per l'esaltazione degli odori e la degustazione di taluni piatti tipici come: l'antipasto caggianese, le “lagane" e ceci, il pasticcio (a base di formaggi, carne e uova), le carni alla brace e dolci tipici annaffiati con del buon vino genuino.
 

 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro